Tutti conoscevano Amy al villaggio, e tutti le volevano bene.

Trecce bionde e cuffietta al vento, Amy correva a piedi nudi da casa sua al piccolo fiume,

accanto alla chiesa, dove i rami del grande salice toccavano le placide acque.

 

1

 

Amava il suono del lento scivolare dell’acqua sui sassi levigati , così come amava la campana della chiesa,

dalla voce cristallina che chiamava a raccolta la domenica.

Suo padre era il Reverendo Bishop  e sua madre, Maggie,  suonava l’organo della chiesa.

Amy aveva ricevuto per il suo compleanno Beulah, una piccola bambola che portava ovunque con sè.

 

3

 

Era solo una piccola bambola di pezza,

ma per Amy valeva più di  un tesoro e divideva con lei e col cane Dot, le sue lunghe e spensierate giornate.

Quando ritornava dalle sue scorribande al fiume, oltre a Beulah, la tasca del grembiule conteneva tante piccole cose.

Una volta era quel sasso levigato, che aveva visto sbriluccicare sulla riva, 

quell’altra era quel piccolo pezzo di legno che sembrava uno strano e curioso animale.

Infilava le manine nella borsa che la mamma teneva allacciata alla cintura, insieme alle chiavi della chiesa,

e mentre ci faceva scivolare i suoi tesori,

prendeva un confettino di zucchero colorato, che la mamma dava in premio ai piccoli del catechismo.

Amy Ann Bishop! Gridava la mamma, tu mi farai ammattire! Un giorno o l’altro nella mia borsa

non ci starà più nulla e dovremo trovare un altro nascondiglio per i tuoi tesori!

 

2

 

Quel giorno Amy, Beulah e Dot, stavano seduti sull’erba all’ombra del  grande salice.

Amy percorse con lo sguardo il fiume e vide un curioso fiore blu, spuntare sulla riva.

Com’è bello!!! esclamò, lo coglierò per la mamma.

 

4

Mise Beulah nella tasca del grembiule e si avvicinò all’acqua, ma si sporse troppo e Beulah scivolò nel fiume……

Invano cercò di riprenderla, ma portò a casa solo i vestiti inzuppati ed un gran raffreddore.

Maggie vegliò tutta la notte la sua piccina e mentre la vegliava alla luce della lampada, cucì e cucì…e cucì……

Al risveglio Amy trovò che il sole era ancor più splendente del giorno prima,  

la mamma sorrideva e Dot guaiva di felicità.

Sul tavolino da notte,

oltre a Beulah ancora un po’ sgualcita,

c’erano un mazzolino di quei magnifici fiori blu ed una piccola borsa con le sue iniziali.

 

5

 

Era un gran giorno ed era meglio alzarsi e far festa,

perché ora Amy aveva anche lei una borsa tutta sua dove nascondere i suoi tesori,

eppoi la campana suonava e papà aspettava tutti in chiesa……

 

 IMG_0898

 

Amy's Pocket _Creazioni "La Soffitta"

di cui  questo è  un piccolo anticipo.

 

E' invece finalmente pronto il tutorial free per confezionare le mie

"Stump Dolls"

e ve lo spedirò, semplicemente lasciando un commento qui.

 

Vi segnalo poi che da Argante,  sul sito della sua Associazione ,

sarà disponibile, a scopo didattico un articolo

in cui sarà inserita la piccola ricerca che avevo condotto

sui giocattoli di pezza.

 

Questo post è dedicato a Margherita ed a Bianca,

ed ai loro splendidi occhi ingenui,

spalancati sul mondo.

Ciao, la "Zia de La Soffitta"